Blog
25 Settembre 2020
qualifica fornitori

Vendor Management: la qualifica dei fornitori

Cos’è la qualifica dei fornitori

La qualifica dei fornitori è un processo fondamentale per l’azienda, in quanto permette di:

  • identificare i potenziali rischi legati alla fornitura di materiali, componenti o servizi
  • selezionare fornitori in grado di soddisfare determinati criteri qualitativi

Quali sono gli obiettivi che occorre perseguire?

  • Selezionare i fornitori attraverso uno scouting attivo e passivo sul mercato
  • Procedere all’accreditamento di fornitori (con elevate capacità professionali, adeguati standard di qualità)
  • Indirizzare i buyer nelle loro future azioni di identificazione della migliore bid list (un elenco di fornitori di materiali che sono in lizza per un progetto)
  • Individuare, proporre e monitorare percorsi di crescita dei fornitori, per aumentare la competitività all’interno della classe merce
  • Fornire valutazioni oggettive come input per una gestione del rischio di fornitura

 

Come e cosa

La modalità di ricerca del fornitore deve basarsi su:

  • trasparenza in tutte le fasi del processo
  • legalità e correttezza
  • garanzia di integrità del processo

Qualche esempio di caratteristiche da ricercare

  • Attenzione alla sicurezza e salute dei lavoratori
  • rispetto dell’ambiente
  • competenze tecniche
  • solidità economico/finanziaria

Adottare queste modalità di ricerca per trovare fornitori con le caratteristiche desiderate porta a una crescita, a un miglioramento continuo degli standard: performance sempre maggiori si traducono in risultati sempre migliori.

 

La matrice di Kraljic per impostare la qualifica fornitori

Uno degli strumenti in grado di fornire supporto nella differenziazione del portafoglio acquisti è la matrice di kraljic, che permette di definire la miglior strategia d’acquisto.

La matrice di Kraljic è uno strumento che permette di mappare le classi merce in 4 categorie (strategica, effetto leva, collo di bottiglia e non critica) in funzione di 2 variabili:

  • importanza strategica degli acquisti (valore e impatto sul profitto)
  • complessità del mercato di riferimento (livello di reperibilità e rischi di fornitura)

Le caratteristiche delle 4 classi:

Non critici: componenti che hanno un basso impatto sull’azienda e che si trovano in abbondanza e/o in mercati a basso rischio.

Leva: importanti per l’azienda (con alto impatto sul profitto) ma facilmente reperibili, collocati in mercati poco rischiosi e con offerta abbondante (mercati di rifornimento non turbolenti).

Colli di bottiglia: soggetti a strozzature, con un impatto sul profitto basso in termini economici ma dove la continuità delle forniture è a rischio.

Strategici: importanti per l’azienda in termini di impatto economico e per le condizioni di fornitura da mercati complessi e/o rischiosi

Applicazione dello strumento

La procedura dovrebbe prevedere 4 fasi:

1) Scelta dei fattori – Definizione di quali fattori hanno un impatto sul proprio prodotto finale e quali possono arrecare un rischio di mercato (per determinare quindi le 2 dimensioni della matrice).
2) Attribuzione dei pesi – ai fattori, in modo oggettivo e coerente, in modo da ottenere il posizionamento della classe nei quadranti della matrice
3) Valutazione dei fattori tramite scaling
4) Analisi dei risultati per evidenziare eventuali disallineamenti con l’atteso

Per procedere con il processo di accreditamento dei fornitori, occorre definire in primis i criteri di selezione. Tali criteri naturalmente sono specifici per tipologia di acquisto e di azienda.

Successivamente vanno raccolti i dati. È importante acquisire solo le informazioni necessarie e gestibili, tenendo conto delle risorse che si hanno a disposizione, in modo da essere poi in grado di mantenere sempre aggiornate.
Lo strumento più diffuso per farlo è il questionario, sia per la pre-qualifica che per l’audit. Un altro strumento che sta prendendo piede sono le visite digitali, a sostituzione di quelle in presenza.

L’ultima fase prevede la valutazione delle informazioni raccolte. I criteri e le risposte ai questionari vanno pesati e differenziati coerentemente con la classe merce.

SCOPRI COME IUNGO TI AIUTA NELLO SCOUTING FORNITORI